Lago d’Orta e Orta San Giulio!

E’ una domenica tranquilla, una di quelle domenica dove hai voglia di uscire senza dover fare troppi chilometri!

Ok capisco che il concetto di fare poca strada per chi va in moto non è lo stesso  che ha una persona in auto! Ma stiamo parlando di  100 km tra andata e ritorno,  è una passeggiata domenicale dai!

Il Lago d’Orta con la sua isola di Orta San Giulio si trovano in Piemonte e sono una di quelle mete super gettonate durante la bella stagione. Quindi armatevi di navigatore e partite!

Ah…se avete degli amici a quattro zampe….non temete, saranno i benvenuti!

Raggiungere questo posto non è affatto difficile, è forse più complicato trovare parcheggio! Noi ovviamente in moto abbiamo evitato l’autostrada ma resta il fatto che arrivare al Lago d’Orta non ti porta a percorrere strade impegnative e particolarmente suggestive se non una volta raggiunte del sponde del lago!

Immagine.JPG

Trovato miracolosamente parcheggio abbiamo seguito lo sciame di persone per giungere nel suggestivo paesino. Si tratta di un tipico centro storico con le sue minuscole viuzze dove bar e negozietti si alternano lasciando spazio a qualche cortiletto che si nasconde come un giardino segreto.

E’ un posto ricco di storia e l’architettura già da sola ne racconta molto!

Non è difficile raggiungere il piccolo porto da cui vanno e vengono i traghetti per l’isola Orta San Giulio, qualsiasi viuzza ti porterà alla pizza centrale! Il costo del biglietti è dal nostro punto di vista eccessivo; 4,50€ a persona andata e ritorno per pochissimi minuti di attraversata. Ma i casi sono due: o ve la fate a nuoto o salite in barca!

Raggiungere il numero necessario per imbarcarsi durante il periodo estivo non richiede molta attesa vista l’affluenza, ecco perché dopo cinque minuti eravamo già aggregati ad un gruppo di pensionati francesi!

View this post on Instagram

Di questo luogo si dice di ritrovamenti di ossa di draghi e qualcuno si è addirittura spinto nel definire questo posto come il “Lockness italiano”, perché molti pescatori nell’antichità pare abbiano visto riaffiorare in superficie la coda di draghi tra le fredde nebbie invernali! All’interno della basilica c’è un antico drago in ferro battuto sopra il quale è appeso un osso, un’enorme vera vertebra delle dimensioni di un metro. A chi sarà appartenuta? Ma Orta San Giulio non è solo draghi e serpenti. Pare che in Italia il più antico documento ritrovato in cui si parla del rogo di una strega, si riferisce proprio al paese di Orta. Vuoi sentire le conversazioni dei morti? Al cimitero di Orta si può. Ma non solo! Siete dei sub? Be c'è anche un Cristo sommerso nelle acque del lago! Insomma noi in moto vi portiamo a scoprire di tutto e di più. Se vuoi approfondire questi discorsi…sul blog troverai un articolo in merito! Mentre per i video passa sul canale youtube! . . YouTube: Una Coppia in fuga! https://www.youtube.com/channel/UCjwJQRM4VxaRPWP-6p9onYA Blog: https://unacoppiainfuga.com/ Facebook: @unacoppiainfugaofficial

A post shared by La Deb e Marco! (@una_coppia_in_fuga) on

Il cielo iniziava a farsi nuvoloso creando un atmosfera suggestiva per il contesto, viste le leggende che lo riguardano (e per questo ti consiglio di leggere anche questo articolo)e preoccupante per il nostro rientro in moto che infatti è avvenuto sotto l’acqua!

L’isola è molto piccola, senza soste particolari in 30 minuti si gira tutta! Noi le abbiamo dedicato un pò più di tempo infilandoci in viuzze che portavano alle sponde dell’isola o a casa della gente del posto per fare foto e per far volare il drone.

A parte le abitazioni private sull’isola si trovano un bar, un ristorante, un convento di monache Benedettine, di cui solo una ha il permesso di avere contatti con l esterno dato che vengono messi a disposizione degli alloggi gestiti dal Monastero. Ed infine ma non per ultima, la chiesa. In realtà è la prima cosa che ti troverai davanti passando la porta d’ingresso. Piccola ma suggestiva e dove riposa tutt’oggi San Giulio.

Camminando lungo queste vie noterai dei cartelli riportanti dei pensieri sul silenzio, l’amore e la contemplazione di ciò che ci circonda. Infatti, essendo questo un luogo religioso, viene consigliato di fare questo percorso nel silenzio, per rispettarne il contesto e dedicandosi ad un pò di introspezione!

Questo contesto e ciò che lo circonda merita sicuramente una visita. Non te ne pentirai.

Ti invitiamo inoltre a vedere il video sul nostro canale youtube che ti lasciamo proprio qui sotto, così da avere uno spunto in più! Passa a trovarci e se vuoi iscriviti, saremo ben lieti di portarti con noi nei nostri giri!

A presto,

Deb!

Ci trovate anche qui:

Facebook Instagram Youtube


5 risposte a "Lago d’Orta e Orta San Giulio!"

  1. Ma che bellezza! Non ci sono ancora stata ma degli amici me ne hanno parlato e stavo appunto valutando un weekend da quelle parti adesso che arriva la bella giornata! Interessante la storia delle suore di clausura che non possono avere contatti con l’esterno!

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.